Mi manca il negozio di dischi.

Mi manca entrare ed essere assalito da quel buon profumo. Di musica. Perché la musica suona – è vero – ma la musica profuma, anche. Profumano le copertine dei vinili. Profumano i libretti dei cd. Profuma il nastro stropicciato di una vecchia musicassetta.

Mi manca arrivare di mattina presto e aggiudicarmi, primo fra tutti, il nuovo disco del mio gruppo preferito. Aspettare davanti agli scatoloni la mia copia ancora “calda di stampa” come un bambino davanti ai pacchi con i regali di Natale.

Mi manca entrare da quella porta e ritrovarmi in un mondo incantato, come Lucy che passando per la porta di un armadio scopre Narnia*. E mi mancano le chiacchierate e i consigli del proprietario del negozio, quello che conosce tutti i dischi di tutti gli artisti.

Leggi tutto