“Siamo arrivati in tempo”… è questa la frase che più colpisce del post con cui la Ong Mediterranea Saving Humans informa del salvataggio di 100 persone tratte da un gommone in avaria e portate sulla nave Mar Jonio. 100 persone in difficoltà e tra loro 22 bambini.

“Siamo arrivati in tempo”… mentre in Italia c’è chi tifa perché non si arrivi in tempo. C’è chi firma (e per fortuna non potrà più farlo!) perché non si arrivi in tempo.

Del resto, quelli che dicono “riportiamoli in Libia”, “blocchiamo le ONG” e tante altre cose così carine, sono gli stessi che pensano che i problemi si risolvano da soli; gli stessi che “chissà chi c’è dietro Greta” (che magari sì, machissenefrega se il fine è positivo); gli stessi che “l’Amazzonia brucia” però, pur non pretendendo che vadano in Sudamerica fisicamente, non si pongono il minimo problema sul loro stile di vita.

Insomma, sono quelli che va tutto bene finché i problemi non si presentano nel loro giardino o finché un minimo disagio – improvvisamente diventato la cosa peggiore del mondo – non invade le loro minuscole vite!

La nave dei bambini - il post di Mediterranea Saving Humans