Tra il Pentagramma e la Penna

il blog di Domenico A. Di Renzo

Stromboli

Tag: raffaella Pagina 1 di 2

Mentre mi baci

Mentre mi baci

Mentre mi baci
ogni volta che mi baci
sento il sangue.
Ne sento scorrere ogni goccia
in ogni singola cellula
di ogni minuscola vena.

Leggi tutto

Buon Natale a Noi

Buon Natale a Noi

Buon Natale Amore mio
a Te e a me.
Al nostro nuovo Natale insieme.
Il quindicesimo.
Non è che non ho smesso di contarli
è che di ognuno mi porto scolpite dentro le sensazioni
quelle che mi hanno formato
una ad una
che come anelli di un albero
raccontano.
Emozioni ogni anno uguali e diverse
raccontano la mia età
a volte forti, a volte meno
a volte belle, a volte no.
Non importa
averti accanto un’altra volta
è ciò che conta
che rimane.

Leggi tutto

Uno, Due e Tre

Uno, Due e Tre

Festeggio gli anni
ma festeggio anche i mesi
che ci tengono uniti
come gemelli siamesi

Festeggio la vita
che mi dà l’occasione
di sentire il Tuo cuore
in mezzo a mille persone

Leggi tutto

Troppo grande

Troppo grande

Io ci provo a farlo entrare in un cassetto
di quelli che si usano nelle case, all’ingresso
Ci provo a fargli prendere la giusta piega
come sul campo fanno i contadini con la spiga
Ma non funziona

Leggi tutto

Mi leggi dentro

Mi leggi dentro

Mi leggi dentro.
Non so come fai.
Non so dove hai trovato quegli occhiali.
Così speciali.
Come fai ad attraversare il groviglio dei miei pensieri.
Così arruffati.
Ma so che lo sai fare bene.
Lentamente.
Scandisci le parole e loro vengono.
Così.
Limpide, disarmate e disarmanti.

La stessa identica cosa

La stessa identica cosa

Siamo la stessa cosa
siamo la stessa identica cosa.
E non lo siamo perché qualcuno lo ha scritto su un documento
né perché abbiamo fortuna o talento.
Lo siamo perché ci siamo scelti
con le unghie infilate nella schiena
così, spettinati e divelti
esiti di uragani e di fiumi in piena.

Leggi tutto

Raffaella

Non mi credevi

Non mi credevi.
E non credevi alla testardaggine mia.
Era più forte di me la Tua scaramanzia
la paura dell’amore quando accarezza la follia.

Non mi credevi.
E non credevi alle parole delle mie canzoni
che da sole, senza costruzioni
saltavano dal cuore su fogli trasparenti.
E bianchi come la vita che ci ha preceduti
prima di quella sera che ci ha uniti.

Leggi tutto

Pagina 1 di 2

Domenico A. Di Renzo © 2019. Tutti i diritti riservati. Note Legali.

Powered by WordPress & Tema di Anders Norén

error: Questo contenuto è protetto dalla copia!